Riciclo e commercio di tutti i metalli

La nostra attività consiste nel ricavare il pregio dei beni riciclati attraverso la valorizzazione e trasformazione dei residui industriali raccolti e la consegna agli utilizzatori finali.

commercio metalli e ferro
AREA RISERVATA

L’attività di Cometfer

Cometfer fornisce servizi di riciclo dei materiali ferrosi, recupero dei rottami metallici e degli sfridi industriali nel rispetto dell’ambiente e delle normative vigenti.

Perché è importante il recupero dei rottami metallici?

Il recupero e il riciclo dei rottami metallici permette di ottenere una nuova materia prima qualitativamente uguale all'originale. Mediante un processo di triturazione e di lavorazione dei rottami è possibile contribuire alla salvaguardia dell’ambiente e alla riduzione del consumo di risorse non rinnovabili.

Il riclo di tutti i metalli

Il recupero dei rottami metallici è un settore specifico del riciclo dei rifiuti, e consiste in un insieme di operazioni che vengono svolte sugli stessi per ottenere nuovo materiale da re-immettere nei processi produttivi.

Valorizzazione e trasformazione dei metalli

La nostra attività consiste nel ricavare il pregio dei beni riciclati attraverso la valorizzazione e trasformazione degli scarti e residui industriali raccolti e la consegna agli utilizzatori finali. Il nostro interesse è rivolto ad ogni forma di sviluppo che consenta, nel pieno rispetto dell’ambiente e della legislazione vigente, l’approvvigionamento di materiali metallici.

Cometfer: rottame verso la stabilizzazione.

ISTANBUL - Nessun crollo in vista per il prezzo del rottame, nemmeno a causa della svalutazione finanziaria che ha colpito la Turchia. Lo ha dichiarato l'amministratore di Cometfer Roberto Guardafigo, presente alla prima edizione di Metal Expo ad Istanbul con il responsabile commerciale, Oscar Moro, e quello amministrativo, Francesco Costa.


«Essere qui ad Istanbul ci ha permesso allargare il nostro perimetro di visione - ha spiegato Guardafigo -. Dall'Italia si riesce a conoscere soprattutto le dinamiche del mercato europeo, dei Paesi dell'est e della stessa Turchia. Qui siamo invece sulla porta dell'Asia e abbiamo avuto contatti con Paesi come la Georgia, in cui ci sono opportunità di mercato da cogliere. Per questo la nostra esperienza è sicuramente positiva».

Riguardo al mercato, Guardafigo, grazie anche alle informazioni raccolte direttamente in Turchia, crede che non vi saranno ulteriori fluttuazioni al ribasso per il prezzo del rottame. «Prima della crisi finanziaria, il prezzo del rottame in Turchia oscillava tra i 350 e i 330 euro la tonnellata; è poi sceso a 300 euro la tonnellata nel punto più basso della crisi ed ora è tornato a quota 320 euro la tonnellata, per cui non vi sono stati stravolgimenti. Credo invece che i produttori italiani dovrebbero preoccuparsi della possibile entrata di prodotti finiti dalla Turchia. Il tondo locale, ad esempio, ha raggiunto i 450 euro la tonnellata FOB. Un fenomeno che non si limita al solo acciaio, ma anche al resto del comparto metalli che come Cometfer serviamo».

Nonostante la flessione di settembre sulla materia prima, il 2018 anche per i commercianti di rottame si preannuncia un anno positivo. «Veniamo da un buon 2017, forse migliore per i nostri clienti, ma sicuramente positivo - ha evidenziato l'amministratore di Cometfer -. Anche il 2018 sta andando bene, molto positivo fino al mese di luglio mentre al rientro dalla pausa estiva abbiamo dovuto digerire tagli ai prezzi per un totale di 15 euro la tonnellata, sulla spinta della crisi turca, il cui effetto - come ho spiegato prima - dovrebbe attenuarsi. Ciò che mi preoccupa di più per l'ultimo trimestre è una flessione della domanda all'utilizzo, che ha ridotto i volumi di lavoro delle aziende, il che produce effetti anche sulla nostra raccolta. Meno lavoro comporta meno sfridi, scarti di lavorazione e perfino demolizioni. Anche se la situazione non è ancora critica, i parchi rottame restano comunque su livelli mediamente bassi. Avevamo indicato nel 2020 l'anno in cui l'Europa avrebbe potuto risentire di un calo di disponibilità di rottame, ci stiamo avvicinando a quella data».

Fonte: Davide Lorenzini - MetalExpo

17 Settembre 2018

Imballi in acciaio: 2016 anno record

Ha raggiunto la quota record di 360.294 tonnellate il riciclo degli imballaggi di acciaio nel 2016. Una quota tale da rappresentare il 77,5% del materiale immesso sul mercato, come rilevato da Ricrea, il consorzio nazionale senza scopo di lucro per la raccolta e il riciclo degli imballaggi in acciaio. “L’acciaio è un materiale permanente, che può essere riciclato infinite volte senza che questo ne comprometta la qualità - spiega Domenico Rinsaldino, Presidente di RICREA - . Una volta utilizzati, barattoli, scatolette, latte, secchielli, bombolette, fusti e chiusure vengono raccolti, riciclati e reintrodotti nel ciclo produttivo dando vita a nuovi manufatti: un perfetto esempio di economia circolare. Come consorzio il nostro obiettivo è di promuovere e agevolare la raccolta e il riciclo e i risultati ottenuti dimostrano che stiamo lavorando nella giusta direzione”.

I dati presentati da Ricrea nel corso dell’assemblea annuale evidenziando che nel 2016 si è registrata un’ulteriore crescita sia della quantità di imballaggi raccolti (437.999 tonnellate, +6,8% rispetto all’anno precedente) sia nella quantità avviata al riciclo (+3,6%).

Grazie alle 360.294 tonnellate di acciaio recuperato dagli imballaggi in Italia nel 2016 si è ottenuto un risparmio diretto di 684.555 tonnellate di minerali di ferro e di 216.174 tonnellate di carbone, oltre che di 644.922 tonnellate di CO2.

16 Maggio 2017

Dalla raccolta del materiale dai nostri fornitori alla consegna ai nostri clienti

Per la movimentazione delle merci l’azienda ha affidato il servizio di gestione logistica a
COMET LOGISTICA SRL
Sede legale:
31100 Treviso
via Canova 6
Reg. Imprese n.TV04296400262 REA n.338860 CF
p.IVA 04296400262
Uffici amministrativi:
30029 San Stino di Livenza - via Interporto 5
Iscrizione Albo Trasportatori cto Terzi TV 2658807/D
Iscrizione Albo Gestori Rifiuti categoria 1 e 5 n. VE 13827
Tel. +39 0421 1841500 Fax +39 0421 1841514
e-mail: traffico@cometlogistica.com
azienda di trasporto in c/terzi dotata di oltre 20 automezzi e di stabili collaborazioni con vari vettori indipendenti, con la quale esiste una stretta cooperazione anche in virtù d'essere quest'ultima parte correlata in quanto espressione della stessa proprietà.

16 Dicembre 2016

Nuove forme di finanziamento e differenti future logiche di gestione.

Per la promozione all'acquisto ed il reperimento di materiali all'estero oltre che la vendita di determinate tipologie di materiale in Italia l’azienda ha promosso lo sviluppo commerciale di
AR.RE.FIN. S.R.L.
30029 San Stino di Livenza
via Interporto 6
Reg. Imprese TV n.01944730264 REA n.180274 CF
p.IVA 01944730264
Iscrizione Intermediario all’Albo Gestori Rifiuti categoria 8 prot. n. 19800/2011 VE12
Tel. +39 0421 312318
Fax +39 0421 314112
e-mail: info@arrefin.it
con lo scopo di predisporre ed impiegare nuove forme di finanziamento e differenti future logiche di gestione.

16 Dicembre 2016

Nuove forme di finanziamento e differenti future logiche di gestione.

Per la promozione all'acquisto ed il reperimento di materiali all'estero oltre che la vendita di determinate tipologie di materiale in Italia l’azienda ha promosso lo sviluppo commerciale di
AR.RE.FIN. S.R.L.
30029 San Stino di Livenza
via Interporto 6
Reg. Imprese TV n.01944730264 REA n.180274 CF
p.IVA 01944730264
Iscrizione Intermediario all’Albo Gestori Rifiuti categoria 8 prot. n. 19800/2011 VE12
Tel. +39 0421 312318
Fax +39 0421 314112
e-mail: info@arrefin.it
con lo scopo di predisporre ed impiegare nuove forme di finanziamento e differenti future logiche di gestione.

16 Dicembre 2016